Coxartrosi

Coxartrosi

L’artrosi dell’anca o Coxartrosi è una patologia causata dalla degenerazione della cartilagine che ricopre l’articolazione dell’anca. La cartilagine svolge una funzione cuscinetto e permette lo scorrimento delle ossa l’una contro l’altra, evitando gli attriti: quando si rovina e non ricopre più del tutto le superfici articolari, l’aumento dell’attrito e la ridotta flessibilità dei tessuti può generare l’infiammazione delle altre parti molli, come tendini e legamenti.
L’anca è formata dall’articolazione boxo-femorale, conosciuta più semplicemente come articolazione dell’anca, e dall’insieme delle parti molli che la rivestono. L’anca infatti sostiene il cario maggiore del nostro corpo.

I SINTOMI DELLA COXARTROSI

Il processo degenerativo dell’artrosi all’anca comporta dolore e difficoltà nei movimenti.
È spesso il primo segno che la cartilagine si sta usurando. Il dolore è solitamente avvertito nella zona dell’inguine, regione anteriore della coscia e più di rado nella zona dell’osso sacro.
🔥 Dolore dopo essere stati fermi
🔥 Dolore nei movimenti
🔥 Dolore anteriore della coscia o al ginocchio
🔥 Mal di schiena
🔥 Difficoltà a camminare
🔥 Dolore notturno

GLI STADI DELLA COXARTROSI

  • Il primo stadio: è il meno grave della coxartrosi: il paziente soffre periodicamente e il dolore risiede solo a livello dell’anca, scatenato da un’attività motoria eccessiva.
  • Il secondo stadio: è quello intermedio della patologia, i cui sintomi diventano più intensi e iniziano a comparire non solo in seguito a movimento o attività fisica, ma anche a riposo. Inoltre, il dolore non interessa più solo la zona dell’anca ma si estende anche all’area inguinale e alla parte anteriore della coscia.
  • Il terzo stadio: è quello finale, caratterizzato da un dolore cronico, intenso e diffuso. In questa fase, i movimenti dell’articolazione sono notevolmente ridotti e il paziente è incapace di compiere le più semplici azioni, come camminare o fare le scale.